Nuovi ritocchi alle tariffe eBay

Dal 30 marzo, eBay ha annunciato che ridurrà le tariffe di vendita per tutti i venditori, ma non tutti sono d'accordo.

Non c'è dubbio che tutti vorrebbero delle riduzioni sul commissioni per le aste, ma sembra che in realtà non sarà proprio così. Molto probabilmente, alcuni venditori vedranno le proprie tariffe aumentare anzichè ridursi.

Le categorie saranno due, una riguarderà le tariffe standard, sarà introdotto un limite di 100 oggetti al mese per le aste con partenza a meno di 1 euro, senza tariffe d'inserzione. Saranno abbassate le tariffe d'inserzione per tutte le aste con un prezzo di partenza differente. In ogni caso, sarà possibile scegliere di pagare una commissione del 9 per cento sull'offerta vincente, senza mai superare i 50 euro.

La seconda categoria riguarderà i negozi con abbonamento. Per questa categoria sembra che le commissioni sul valore finale non saranno ritoccate, ma saranno ridotti i vari balzelli, come le tariffe per le foto, che diventeranno gratuite ed altre piccole cose.

Oltre alla riduzione delle tariffe, eBay punterà molto sulla protezione degli acquirenti, cercando di portare un numero sempre crescente di nuovi acquirenti sul sito di aste più famoso del mondo.